Le lesioni meniscali rappresentano una delle più comuni patologie del ginocchio, influenzando la qualità della vita di molte persone. Questi piccoli ma cruciali dischi di cartilagine situati tra le ossa del ginocchio svolgono un ruolo essenziale nell’assorbire gli impatti e garantire la stabilità articolare.

Le lesioni meniscali possono verificarsi a seguito di vari eventi o condizioni.
Le cause comuni includono:

▪ Traumi acuti: Queste lesioni spesso si verificano durante attività sportive ad alto impatto o incidenti stradali. Un’entità improvvisa di forza o torsione può causare una rottura del menisco.
▪ Invecchiamento: Con l’avanzare dell’età, i menischi tendono a perdere la loro elasticità e diventano più fragili. Questo rende più facile il verificarsi di lesioni anche con movimenti quotidiani.
▪ Usura cronica: Le attività che coinvolgono il piegamento ripetuto del ginocchio possono portare a piccole lesioni cumulative dei menischi nel tempo, in particolare se i muscoli circostanti sono deboli o non supportano adeguatamente l’articolazione.
▪ Malallineamento dell’articolazione: Un ginocchio con una forma anomala o malallineato mette una pressione maggiore sui menischi, aumentando il rischio di lesioni.
▪ Attività sportive: Alcuni sport, come il calcio, il basket e lo sci, aumentano il rischio di lesioni meniscali a causa dei movimenti bruschi e delle torsioni frequenti.

Diagnosi delle Lesioni Meniscali
La diagnosi accurata delle lesioni meniscali è essenziale per determinare il trattamento adeguato.
Il principale metodo di indagine utilizzato è la risonanza magnetica (RM). La RM è una tecnica di imaging medico che utilizza campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate delle strutture interne del corpo, inclusi i menischi del ginocchio.

I vantaggi della RM nella diagnosi delle lesioni meniscali includono:

▪ Elevata precisione nella visualizzazione delle strutture cartilaginee, inclusi i menischi.
▪ La possibilità di identificare la posizione, la dimensione e la gravità delle lesioni.
▪ La capacità di rilevare altre eventuali anomalie nell’articolazione del ginocchio.
▪ Una volta effettuata una RM e confermata la presenza di una lesione meniscale, il medico può pianificare il trattamento appropriato in base alla gravità e alla localizzazione della lesione.

Il trattamento delle lesioni meniscali dipende dalla gravità della lesione e dalla sua posizione. Le opzioni terapeutiche possono includere:
▪ Trattamento conservativo: Le lesioni minori possono spesso essere gestite senza intervento chirurgico. Questo può coinvolgere riposo, ghiaccio, compressione e elevazione (il classico RICE), insieme a fisioterapia per rafforzare i muscoli e migliorare la stabilità dell’articolazione.
▪ Chirurgia artroscopica: Per lesioni più gravi o quando il trattamento conservativo non produce risultati, il medico può raccomandare un intervento chirurgico artroscopico. Durante questo procedimento, il chirurgo rimuove la parte danneggiata del menisco o cerca di ripararlo, a seconda delle circostanze.
▪ Trapianto di menisco: In casi gravi in cui il menisco è troppo danneggiato per essere riparato o rimosso, è possibile eseguire un trapianto di menisco, che coinvolge la sostituzione del menisco danneggiato con uno da un donatore.
▪ Terapia rigenerativa: Alcune nuove opzioni terapeutiche sperimentali coinvolgono l’uso di cellule staminali o fattori di crescita per promuovere la guarigione dei menischi.
Le lesioni meniscali sono comuni e possono causare dolore e disagio significativi. Con una diagnosi tempestiva attraverso la risonanza magnetica e un trattamento appropriato, molte persone sono in grado di recuperare completamente.
Richiedi un appuntamento per un’indagine diagnostica presso il Centro Radiologico Montesanto, chiama: 06 37 222 73